Il defibrillatore

Il defibrillatore

Il defibrillatore è un apparecchio elettromedicale destinato ad erogare  un impulso elettrico per curare alcune disfunzioni cardiache quali la fibrillazione ventricolare. L’energia viene trasmessa al paziente mediante elettrodi applicati o sulla pelle (elettrodi esterni) o direttamente  sul cuore (elettrodi interi). Gli elettrodi di tipo esterno posso essere posizionati entrambi sul petto o sul petto e sul dorso. Alcuni defibrillatori dispongono di monitor sul quale visualizzare l’attività elettrica del cuore. I defibrillatori hanno generalmente due modi di utilizzo. Nell’utilizzo istantaneo (rianimazione) l’erogazione dell’impulso dipende esclusivamente dalla decisione dell’operatore. Nel caso di utilizzo sincrono o cardioversione, la scarica efficace dipende da un impulso sincrono derivato dal complesso QRS. Questo consente l’erogazione dell’impulso in un’istante determinato del ciclo cardiaco, evitando l’erogazione in un periodo vulnerabile. Tipi di defibrillatori In commercio esistono, sostanzialmente, due tipi di defibrillatori: manuali e automatici. Nei primi è l’operatore a selezionare la potenza dell’impulso e la successiva erogazione. Dispongono di elettrodi dai quali è possibile liberare l’impulso elettrico attraverso dei pulsanti posti sulla parte superiore. L’apparecchio deve essere utilizzato esclusivamente da personale medico addestrato.  Nei defibrillatori semiautomatici (DAE), invece, l’analisi dell’attività cardiaca è affidata al defibrillatore, il quale, in caso di forma d’onda defibrillabile, consentirà l’erogazione dell’impulso. Sono dotati di piastre adesive monouso e posso essere utilizzati da personale paramedico e non.   Rischi per l’operatore I defibrillatori sono progettati per erogare quantità significative di energia. Alcuni modelli possono erogare tensioni di oltre 5000 volt e energie di 360j, quindi sono strumenti potenzialmente letali se non utilizzati adeguatamente. Ci possono essere rischi di elettrocuzione per il personale: avente origine dagli elettrodi per la defibrillazione verso l’operatore a causa per esempio della presenza di pasta...